Obiettivi della Scuola

• Educazione continua dei servitori-insegnanti: perfezionamento dei servitori-insegnanti
• Formazione dei formatori: conoscenza dei contenuti, modalità e strumenti per la direzione e la docenza dei corsi di sensibilizzazione, Scuole Alcologiche Territoriali, corsi monotematici e di aggiornamento per servitori-insegnanti
• Armonizzazione dei programmi a livello nazionale
• Formare alla progettazione e realizzazione di ricerche secondo l’approccio ecologico -sociale.

Struttura della Scuola

La Scuola prevede che i corsisti partecipino a 300 ore suddivise in 150 teoriche e 150 pratiche. La parte teorica verrà organizzata in tre moduli di 50 ore ciascuno da svolgersi con modalità residenziale, dal venerdì alle ore 8.30 al martedì alle ore 13.00. Sono ammesse un massimo di due assenze di parte o intere giornate sul totale dei tre moduli. Le 150 ore pratiche saranno svolte nelle varie attività dei programmi alcologici territoriali. Alla conclusione della Scuola i corsisti dovranno discutere una tesi, ai fini del conseguimento del diploma.

Comitato scientifico della Scuola

G. Arivella, P. Barcucci, S. Cecchi, P.E. Dimauro, M. Garombo, G. Guidoni, P. Loffredo, A.Muckermann, L. Musso, G. Monesi, F. Montesano, G. Schiappacasse, M. Sforzina, M. Travaglini.

Direzione della scuola

La direzione della Scuola viene esercitata a rotazione dai membri del comitato scientifico.
Tra il 2012 e 2013 sono stati realizzati 3 moduli della Scuola che riprenderà dal primo modulo il prossimo anno; luoghi e date verranno comunicate appena possibile.
Firenze 23-27 novembre 2012
Calino di Cazzago San Martino (Brescia) 4-9 aprile 2013
Abbasanta (OR) 27 settembre – 1 ottobre 2013

Gli argomenti trattati, per l’insieme dei tre moduli, sono stati

– 1° modulo: Protezione e promozione della salute in relazione ai problemi alcol correlati e complessi, alcologia generale, alcologia medica e psichiatrica, lavoro di rete, epidemiologia, ricerca;

– 2° modulo: approcci teorici ai problemi alcol correlati e complessi; approccio ecologico sociale; diagnostica e trattamento dei problemi alcol correlati e complessi; il Club degli alcolisti in trattamento; difficoltà nel lavoro dei Club; il Club e il servitore- insegnante; alcol e giovani; alcol e donna;

– 3° modulo: I programmi alcologici territoriali, i centri alcologici, la supervisione, la multi-dimensionalità della sofferenza umana, la prevenzione ed educazione della salute, la spiritualità antropologica ed i problemi alcol correlati e complessi.